Punteggio minimo per superare il test IMAT

Punteggio minimo per superare il test IMAT

Gli Atenei dove si studia Medicina in Lingua Inglese e il punteggio minimo per superare il test IMAT

Come ogni anno gli studenti sono incuriositi a sapere quale sia il punteggio minimo per superare il test IMAT e quale Ateneo abbia il rapporto candidati-posti più favorevole per superare il concorso.

Gli atenei italiani che offrono la possibilità di studiare Medicina in lingua inglese sono tredici. Elenchiamo di seguito, in ordine alfabetico, i nomi degli atenei.

  • Bari
  • Bologna
  • Messina
  • Milano
  • Milano Bicocca
  • Napoli “Vanvitelli”
  • Napoli Federico II°
  • Padova
  • Pavia
  • Roma Sapienza
  • Roma Tor Vergata
  • Siena
  • Torino

I posti disponibili per ciascun ateneo è variabile e soprattutto è presente una distinzione tra gli studenti comunitari e non residenti in Italia e quelli non comunitari non soggiornanti. Per gli studenti comunitari e non comunitari residenti in Italia i posti disponibili erano:

  • 545 nel 2018
  • 555 nel 2019

Per sapere il punteggio minimo, per superare il test IMAT, è necessario analizzare la prima graduatoria pubblicata online su Universitaly, senza tener conto degli scorrimenti.

Statistiche e la graduatoria Nazionale

Ateneo Graduatoria 2019 Graduatoria 2018
Milano 53,9 52,2
Milano Bicocca 53,1 50,3
Pavia 51,3 49,1
Bologna 51 49,2
Padova 50,4 00,0
Roma Sapienza 49,6 47,4
Torino 49 47,3
Napoli Federico II° 48,9 46,2
Roma Tor Vergata 48,4 46,6
Siena 47,4 45
Napoli “Vanvitelli” 46,8 45,6
Bari 46,6 44,7
Messina 46.3 44,2

Dopo la pubblicazione della graduatoria e l’analisi del primo scorrimento possiamo avere un idea del punteggio minimo per essere ammessi a Medicina e Chirurgia in lingua inglese.

NOTA BENE:

I dati che si trovano in questa pagina sono stati pubblicati dal MIUR e estrapolate e elaborate da Dotto. Questa analisi, realizzato dalla nostra redazione, non è ufficiale ma può essere consultata con attendibilità. Per maggiori informazioni vi invitiamo a consultare il sito ufficiale del MIUR e il nostro blog.

Compila il form per avere maggiori informazioni